Archives For App&web

Fernando Vicente illustra l’anatomia femminile andando oltre la pelle e le emozioni. Non c’è altro da dire al riguardo, se non godersi la sensuale anatomia dei corpi. I Lov U Venus. {Missbaloo}

FernandoVicente

FernandoVicente

FernandoVicente

 

FernandoVicente

Sole, pioggia, sole, pioggia, pioggia e poi ancora pioggia. Eh no, non ci sto!

Quando faccio il cambio d’armadio? Quando posso indossare i miei preziosi décolleté color salmone? Ah che fatica! Basta con questa lana, con questi tessuti pesanti, voglio tirar fuori le braccia e le gambe!

Gli shop on-line sbocciano con colori tenui e abiti leggeri e il mio armadio continua ad essere tetro e noioso. Il rischio è di ricomprare cose che ho sepolto in qualche scatola la scorsa stagione, forse è meglio lanciarsi nello shopping per la casa, sperando che il sole brilli un po’ di più.

I Lov U Spring – {Missbaloo}

 

Color Salmone

{Fig. 1 Occhiali – Fig. 2 Portabiancheria – Fig. 3 Anello – Fig. 4 Blusa – Fig. 5 Stampe – Fig. 6 Orecchini Fig. 7 Sedia – Fig. 8 Cuscino}

Il nastro adesivo e le forbici sono alcuni degli strumenti indispensabili alla Tape Art di No Curves, artista italiano del panorama undeground che esporrà all’AvantGarden di Milano alla mostra personale curata da Francesca Holsenn, dal 21 marzo al 27 aprile 2013.

nocurves_1

La tecnica del nastro adesivo conduce l’immagine ai minimi termini e le linee si intrecciano, si scontrano, si sovrappongono, diventando i tratti somatici dei personaggi ritratti ma anche simbolo dei collegamenti neurali e sinaptici alla base dell’ideare.

No curves

Per fa sì che che la sua opera si componga in modo completo, No Curves si occupa di dieci artisti: Bruno Munari, Ettore Sottsass, Fortunato Depero, Stanley Kubrick, Giò Ponti, Fabio Novembre, Philippe Starck, Antoni Gaudì, Katsuhiro Otomo, e Le Corbusier. Dieci anime di designer che l’artista ha posto sotto la lente di ingrandimento della sua ricerca, menti creative di cui ha seguito filosofia e linea di pensiero, cercando indizi, collegando concetti e immagini che concretizzano il percorso che porta dall’idea alla creazione.

I Lov No Curves – {Missbaloo}

Durante la mia quotidiana attività di web surfing, ho scoperto un’artista cinese, Li Hongbo,
che manifesta la sua creatività con l’utilizzo (particolarissimo) della carta.

Nel suo laboratorio a Pechino, i suoi lavori, si scompongono come fossero fisarmoniche.

Le opere sembrano copie perfette delle originali, anche per quanto riguarda
il materiale utilizzato, ma poi si scopre che non è così, o meglio solo in parte.
Centinaia di fogli uno sull’altro danno alla scultura ciò che per natura non può avere: la flessibilità.
Ciò che di solito è fermo e immovibile, d’improvviso si torce su se stesso dando vita a forme dinamiche. Una nuova interpretazione della scultura. Busti, pistole e il David si allungano, divenendo qualcos’altro e di totalmente opposto alla forma iniziale.
Geniale e affascinante, rifletto su come sia possibile comprendere le cose cambiando solo il punto di vista o la materia. Non trovate? So cute. [Lisalì]

Li Hongbo | Out Of Paper from Crane.tv on Vimeo.

missbaloo_LiHongbo0

missbaloo_LiHongbo1

missbaloo_LiHongbo2

missbaloo_LiHongbo3

missbaloo_LiHongbo4

Raccontare una storia attravero un outfit è uno dei miei passatempi preferiti, ma a volte sono le mie più care amiche a raccontarmi qualcosa di speciale per questo blog. Di recente ho chiesto ad alcune di loro di ispirarsi all’arte, al cinema o all’illustrazione e selezionare degli oggetti per comporre un outfit per Missbaloo Blog.

Francisca questa mattina mi scrive per avvertirimi di controllare la posta. Oh Yeah! *_*

La sua scelta per il suo primo outfit evoca una donna guerriero vestita d’oro “come la luminescenza di un’esplosione, come il colore di un cielo bombardato o illuminato da un accecante sole malato e come il colore della forza femminile” e come in “un contesto post atomico, apocalittico, desolato e cyberpunk. M’ispiro ai film: Mad Max o 1997: Fuga da New York. Penso ai manga Alita e Ken Shiro, ma soprattutto alle tavole dell’illustratore giapponese Terada Katsuya e alle sue forti guerriere erotiche e maliziose“. Che ne dite? Io l’adoro.

We Lov U Cyberpunk {Francisca & Missbaloo}

cyberpunk

{Fig. 1 Body Oro – Fig. 2 Lampadario – Fig. 3 Cintura – Fig. 4 Occhiali – Fig. 5 Anello Massaggiatore – Fig. 6 Scarpe – Fig. 7 Parka Asimetrico Maschile}