Archives For Photography

Plastic World

10 febbraio 2016 — Leave a comment

I soggetti di Mária Švarbová, inspirati al periodo comunista in Cecoslovacchia, rappresentano un’umanità priva di emozioni, come imprigionati nei ruoli della vita giornaliera. Drammatico, complesso e perturbante, il progetto fotografico lascia un ampio raggio di riflessione a chi spesso si sente imprigionato in un nome, un etichetta o in ruolo.

I Lov Plastic World {Missbaloo}

6b200228963203.55db868fbd5e0

06fd3628963203.55db868fc86ae

018b7828963203.55db868fbe813

24a34b28963203.55db868fb6240

860c4628963203.55db868fd172d

7686b728963203.55db868fe0350

53210b28963203.55db868fbf954

25663228963203.55db868fc3dcb

b81dac28963203.55db868fb9ae7

bc119028963203.55db868fc4ff0

cc739f28963203.55db868fc1ce3

e0091328963203.55db868fd6d56

f4e4a828963203.55db868fdbbb2

fbb7a028963203.55db868fc647c

 

ATTENZIONE: Questo post contiene immagini forti, ma artisticamente sorprendenti che potrebbero urtare la tua sensibilità solo se non è abbastanza creativa. :)

Esplosione. Questa la prima parola che mi è venuta in mente guardando le immagini di Ramona Zordini, fotografa italiana che vive e lavora a Brescia. Esplosione di phatos, di colore, di corpi. Esplosione di voci mute.
Il lavoro si chiama Changing Time ed è diviso in più serie, esplora il tema del cambiamento sia fisico che mentale, legato agli istinti personali, allo stile di vita, alle emozioni quasi come se tutto fosse scritto su questi corpi ritratti nell’acqua, il più semplice elemento liquido conosciuto in natura.

I piccoli gesti, quelli intimi, quelli che arrivano quando non li aspetti, quelli che scopri quasi per caso e che ti riempiono la mente di ricordi e particolari sfumature. Io sono stata trasportata attraverso queste immagini, nei luoghi più intimi della mia persona, quelli che a volte fatichiamo noi stessi a esplorare e questo lavoro mi ha dato spunto per una nuova ricerca personale.

Non vedo l’ora di buttar giù idee! So cute – [Lisalì]

missbaloo_zordini1

missbaloo_zordini2

missbaloo_zordini3

missbaloo_zordini4

missbaloo_zordini5

missbaloo_zordini6

missbaloo_zordini7

Come i Minimei di Luc Besson, come le fatine dei boschi o gli spiritelli di una soffitta che indagano su un noir, il giovanissimo Fiddle Oak (il suo vero nome è Zev), ci racconta la storia di piccoli umani che poeticamente si muovono tra gli oggetti di una casa che sa di antico. Il progetto lascia sorpresi quando si scopre l’età del giovanissimo fotografo, che a soli 14 anni arriva ad un concetto creativo minimalista e d’impatto. I Lov U Fiddle Oak – {Missbaloo}

zev1

zev2

zev3

zev4

zev5

Family Portraits

19 ottobre 2015 — Leave a comment

Lacatra, alias Camilla Catrambone, pubblica un progetto fotografico dal titolo “Family Portraits”, ma nei suoi scatti non c’è alcun volto, nessuno sguardo. Il progetto nasce grazie alla raccolta di una serie di oggetti che identificano le persone della sua famiglia. Attraverso lo still life, Lacatra ci racconta la vita, il lavoro, le passioni dei suoi familiari. Dalla nonna Ilva creativa e elegante alla nonna Renata semplice e genuina. Un viaggio nel passato che ci ricorda le persone che amiamo e gli oggetti che ci connettono alle loro personalità.

I Lov U Family Portraits – {Missbaloo}

lac1

Nonna Ilva

 

lac2

Nonno Mario

 

lac3

La mamma

 

lac4

Nonno Antonio

 

lac6

Nonna Renata

 

lac5

Nonna Ilva

Big Appetites è una serie fotografica realizzata da Christopher Boffoli, fotografo, scrittore, filmaker e artista di Seattle, che con ironia ci racconta bizzarre scene di vita quotidiana attraverso minuscoli uomini che vivono in un mondo fatto solo di cibo.

Il buco di un uovo diventa un intervento edile o stradale, il caffè una bellissima spiaggia dove sdraiarsi, cristalli di zucchero un ghiacciaio da scalare. I Lov U Big Appetites. {Missbaloo}

bigap

bigap2

bigap3

bigap4