Archives For Advertising

Mentre ero in sala di attesa dal medico per il certificato di sana e robusta costituzione per la palestra, una signora anziana mi chiede: “Signorina, lei è una rappresentante, mi raccomando non ci metta molto?” “No, sono un grafico non si preoccupi!”

Dopo averle spiegato cosa significasse essere un grafico, ha cominciato a fissarmi e ho immaginato le sue dure parole: “Ah queste ragazze di oggi, sempre di corsa che pensano solo al lavoro, senza futuro, con quei tacchi e quel rossetto, senza il tempo di fare la spesa e occuparsi della casa“.

Mi osservava ed io rispondevo con dei sorrisi che sembravano più delle smorfie, per fortuna è arrivato il mio turno.

Vi confesso che forse a volte vorrei essere il contrario di quel che sono, stare a casa, pensare meno, non correre, se non nelle mie nuove scarpe da running e magari leggere un buon libro per riciclare vecchi oggetti dispersi in cantina, indossare un vestito colorato, preparare il gelato perché anche se è iniziato l’autunno per me settembre è un mese che appartiene all’estate, fabbricare delle spille, fare una visita alla Maisons du Monde e innamorarmi di una cassettiera. Insomma una vita normale o fatta di 32 ore.

 

Miss_time

Mister P dice che non potrei fare una vita così, non è nei miei geni, dice che forse potrei diventare una casalinga serial killer. Voglio credergli, e magari adottare questo stile di vita solo per il week end, tanto per placare lo spirito! – {Missbaloo}

{Fig. 1 Borsa – Fig. 2 Bracciale – Fig. 3 Vestito Giallo – Fig. 4 Spille colorate – Fig. 5 Tazze in ceramica – Fig. 6 Libro – Fig. 7 Cassettiera – Fig. 8 Sticker per il muro}

 

I parenti e gli amici che seguono Missbaloo blog sanno benissimo che il mio vero nome è Amalia e che spesso diventa Ami, Amy, Ama (che a Roma è anche la società che gestisce l’immondizia cittadina), Emily, Amà (se sono giù a Nola dai miei) e a volte Amaliuccia.

Il mio preferito è Amy, perché mi piace il suono e le tre lettere insieme.

Quando ho scoperto che il mio nome era nel titolo della canzone “Amy, I” dei Jack’s Mannequin, e che il video era prodotto interamente dall’illustratrice Chloe Fleury, designer francese che vive a San Francisco e realizza piccole opere in 3d con numerosi cartoncini colorati, ho strabuzzato gli occhi.

La storia è un po’ triste, ma non mi era mai successo di vedere il mio nome in un video o in TV o al Cinema, non c’è nemmeno tra i braccialetti all’autogrill ed ora era lì, bello e anche riprodotto da un’artista che riesce ad ispirarti per creatività e tecnica. I Lov U Good Inspiration – {Missbaloo}

AMY

AMY

AMY

Il nastro adesivo e le forbici sono alcuni degli strumenti indispensabili alla Tape Art di No Curves, artista italiano del panorama undeground che esporrà all’AvantGarden di Milano alla mostra personale curata da Francesca Holsenn, dal 21 marzo al 27 aprile 2013.

nocurves_1

La tecnica del nastro adesivo conduce l’immagine ai minimi termini e le linee si intrecciano, si scontrano, si sovrappongono, diventando i tratti somatici dei personaggi ritratti ma anche simbolo dei collegamenti neurali e sinaptici alla base dell’ideare.

No curves

Per fa sì che che la sua opera si componga in modo completo, No Curves si occupa di dieci artisti: Bruno Munari, Ettore Sottsass, Fortunato Depero, Stanley Kubrick, Giò Ponti, Fabio Novembre, Philippe Starck, Antoni Gaudì, Katsuhiro Otomo, e Le Corbusier. Dieci anime di designer che l’artista ha posto sotto la lente di ingrandimento della sua ricerca, menti creative di cui ha seguito filosofia e linea di pensiero, cercando indizi, collegando concetti e immagini che concretizzano il percorso che porta dall’idea alla creazione.

I Lov No Curves – {Missbaloo}

Vyacheslav Mishchenko, fotografo ucraino, attraverso il macro c’incanta raccontandoci la vita di alcune lumache, che tra un sorso d’acqua e un sonnellino su un fungo, vivono lentamente le loro giornate di pioggia e di sole.

Un lavoro che ha richiesto ore di estrema pazienza per cogliere l’attimo giusto in un tempo molto dilatato.

Vi consiglio di visitare l’intero sito di Vyacheslav e godervi gli universi esplorati attraverso l’approccio al macro. I Lov U Snails {Missbaloo}

VyacheslavMishchenko10

VyacheslavMishchenko15

VyacheslavMishchenko16

VyacheslavMishchenko17

VyacheslavMishchenko18

VyacheslavMishchenko1

VyacheslavMishchenko2

VyacheslavMishchenko3

VyacheslavMishchenko4

VyacheslavMishchenko5

VyacheslavMishchenko6

VyacheslavMishchenko7

VyacheslavMishchenko8

VyacheslavMishchenko9

VyacheslavMishchenko11

VyacheslavMishchenko12

VyacheslavMishchenko13

VyacheslavMishchenko14

L’agenzia Londinese, The Potting Shed, si dedica ad un progetto di ADV che mi ha portato all’infanzia. Per lanciare una compagnia finanziaria, esaltandone come punto di forza la connessione che un finanziamento può avere tra le generazioni di una famiglia, usa per i propri visual delle immagini composte da chiodi e fili. Una tecnica antica, molto utile a scuola per riscoprire le forme geometriche e decisamente interessante per dar vita ad immagini che raccontano la magia delle connessioni.

I Lov U Connections – {Missbaloo}

1

2

3

4

5